M5S: dal web al Governo?

Il caso dei mancati rimborsi non sembra nuocere alla corsa verso il 4 marzo del MoVimento 5 Stelle: nella settimana in cui è esploso lo scandalo dei parlamentari che annullano i bonifici al fondo per le piccole e medie imprese, il movimento guidato da Luigi Di Maio guadagna intenzioni di voto. Secondo il sondaggio di Index Research, reso noto giovedi scorso, il 27,6% degli elettori sarebbero intenzionati a votare per il M5S alle politiche del prossimo 4 marzo. Una settimana fa, quando il caso non era ancora esploso, erano al 27,3: lo scandalo dei rimborsi in pratica fa guadagnare lo 0,3% ai pentastellati. Quali sono le ragioni del successo del M5S? A questa domanda intende rispondere Maria Elisabetta Lanzone, postdoctoral research fellow presso la facoltà di Scienze politiche dell'Università di Genova e chercheur associé presso l'Università...

Noi della terza B pensiamo che Pep…

Un altro laboratorio educativo basato su un nostro volume di narrativa per l'infanzia si è appena concluso alla scuola elementare dell'Istituto Comprensivo di Borgaretto, alle porte di Torino: gli alunni della terza B insieme alla maestra Antonella Tellini hanno letto in classe La rocambolesca storia di Pep (di Aida Pironti, Letizia Damiano e Chiara Grazia Capussotti) e hanno realizzato bellissimi lavoretti artistici ispirati ai personaggi del libro. Al termine del laboratorio creativo, i bambini della terza B hanno scritto le loro "recensioni" al volume, come veri e propri critici letterari in erba. Ve le riportiamo di seguito.

“Impresso nella carne” di Federico Cartolano a Milano

Lunedì (19 febbraio) appuntamento a Milano alla Libreria indipendente Cultora (via Lamarmora, 24) alle 18 con le atmosfere horror della raccolta Impresso nella carne. Tra incubo e provincia dell’esordiente Federico Cartolano, classe '88, copertina illustrata da Giovanni Dell’Oro (JiokE). Nove racconti ambientati nella grigia provincia di Alessandria, permeata dall’occulto e dal mistero, che gli appassionati di Lovecraft e Poe non possono perdere. Alla presentazione interverranno l’autore Federico Cartolano (di Alessandria, al suo debutto nella prosa) e l’illustratore Giovanni Dell’Oro, in arte JiokE, noto per le sue tavole in bianco e nero, con cupi e ansiogeni racconti autoconclusivi: ci parleranno del volume e delle rispettive influenze letterarie e artistiche. I racconti del libro ospitano personaggi molto differenti tra...

Elezioni: populismi in crescita

Secondo l'ultimo sondaggio Index Research, diffuso tre giorni fa, Lega Nord e MoVimento 5 Stelle sono i due partiti che stanno guadagnando più intenzioni di voto rispetto alla settimana scorsa: entrambi stanno crescendo dello 0,4%, mentre Forza Italia è in calo dello 0,1% e la coalizione guidata dal PD perde lo 0,3%. Secondo gli analisti, il balzo della Lega è dovuto molto probabilmente agli ultimi fatti di cronaca legati al tema della sicurezza e dell'immigrazione (in primis il caso Macerata). Certo è che M5S e il partito di Salvini stiano portando avanti una rapida scalata al Governo e che quanto sta accadendo non è un fatto solo italiano. Un'ondata populista ha investito da qualche anno ormai le democrazie occidentali, e non accenna ad arrestarsi: il 25 ottobre 2017 nella Repubblica Ceca le elezioni sono state dominate dal miliardario...

Energia e ambiente. Quale futuro ci attende?

Il voto del prossimo 4 marzo sarà l’occasione per i cittadini di scegliere anche tra le proposte dei vari schieramenti sulle energie rinnovabili in Italia per i prossimi cinque anni. Ovviamente sono sotto la lente di ingrandimento i piani politici dei primi schieramenti indicati dai sondaggi, ognuno dei quali, che siano coalizioni o singoli partiti, propone una propria strategia energetica per il futuro dell’Italia. Decarbonizzazione, difesa dell’industria italiana e fonti alternative sono i leitmotiv, declinati in modo differente da ciascun partito. I cambiamenti spaziano dai progressi tecnologici nell’estrazione dei combustibili fossili all’ascesa e successiva frenata di economie emergenti affamate di energia, dai sempre maggiori impegni politici in campo ambientale alla crescente efficienza energetica di pressoché tutte le...

4 marzo: in crescita il “partito” degli astensionisti

A 30 giorni dall'apertura delle urne per le elezioni del 4 marzo, il declino della fiducia degli italiani verso i partiti politici, e il conseguente declino della volontà di partecipazione elettorale, pare non accenni a fermarsi, anzi cresce il "partito" degli astensionisti. Per cercare di comprendere come siamo arrivati agli odierni numeri del "partito" degli astensionisti, è necessario analizzare la "tempesta perfetta" delle politiche del febbraio 2013 e continuare a ritroso fino alle prime consultazioni elettorali del Paese, per scoprire la storia e le tendenze del rapporto tra cittadini e urne. A questo proposito, vi proponiamo il volume Fuga dalle urne. Astensionismo e partecipazione elettorale in Italia dal 1861 a oggi di Federico Fornaro, pubblicato da Edizioni Epoké nel 2016.

Banche. La richiesta dei partiti: più controlli.

Oggi il voto sulla relazione finale della Commissione d'inchiesta sulle banche. Il tema dei controlli sulle banche italiane è stato fin dall'inizio uno dei punti fermi (e spinosi) di questa campagna elettorale. I casi della Carige di Genova e di Monte Paschi di Siena sono infatti solo la punta dell'iceberg di un sistema che necessita evidentemente di maggiori e diversi controlli. Come emerso dai lavori della Commissione d'inchiesta, presieduta da Pier Ferdinando Casini. La relazione finale, presentata dal vicepresidente Mauro Maria Marino, è stata approvata a maggioranza e le sue conclusioni sono chiare: Bankitalia e Consob si sono dimostrate poco attente. «Nello scenario che ha caratterizzato l'ultimo decennio, l'esercizio dell'attività di vigilanza non si è dimostrato del tutto efficace», si legge appunto nella relazione di...

La corsa degli euroscettici

Gli ultimi sondaggi parlano chiaro: se le elezioni politiche fossero un voto pro o contro l’Euro, il popolo italiano sarebbe schierato il 50% circa contro la moneta comune. L’indice di gradimento e i consensi per i partiti a favore dell’area Euro e dell’Unione Europea sono infatti in calo. Non è un segreto che i partiti filo europei siano in crisi. In tutta Europa comunque si fa sempre più pressante la sfida lanciata contro l'Unione da parte dei vari partiti e movimenti euroscettici, come sottolinea il saggio Contro l'Europa. La sfida dei partiti euroscettici scritto da un gruppo di ricercatori di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Pavia, Laura Canale, Paolo Franzosi, Francesco Marone ed Eugenio Salvati.

Campagna elettorale: largo al fundraising

Per la prima volta senza finanziamento pubblico e senza rimborsi, le elezioni politiche del 4 marzo segnano il passaggio finale verso una politica privatizzata Con quali soldi i partiti stanno affrontando questa campagna elettorale? Da quest’anno, in base alla riforma del 2013, anche i rimborsi elettorali diretti sono definitivamente estinti. Sopravvivono solo i contributi indiretti del due per mille Irpef. Come pagare quindi le agenzie di comunicazione, gli spin doctors, i sondaggisti, gli addetti all’immagine, i volantini, i manifesti, i convegni, insomma tutta la macchina "pubblicitaria" di una campagna? Le casse dei partiti sono desolatamente vuote. Il due per mille, che doveva sostituire i rimborsi diretti, ha avuto un avvio stentato e ha toccato quota 12 milioni di euro versati dai cittadini, appena il 2,7% dei contribuenti. Il...

Come si voterà il 4 marzo?

Elettori ed eletti. Federico Fornaro

Il rientro dalle feste ci ha consegnato la data ufficiale delle prossime elezioni politiche: meno di due mesi ci separano dal 4 marzo 2018 e iniziano le manovre di assestamento dello scacchiere politico. L’avvicinarsi dell’appuntamento alle urne enfatizza l’effetto Rosatellum 2.0: la nuova legge elettorale ha incoraggiato la nascita di nuove formazioni politiche, che tendono a raccogliere consensi, sottraendoli in parte ai partiti principali. Per capire la nuova legge elettorale e soprattutto come influenzerà l'esito delle prossime politiche, è necessario innanzitutto ripercorrene la genesi e chiarire le differenze tra i due sistemi che la compongono, in percentuali diverse, ovvero il maggioritario e il proporzionale. Il tema è spesso ritenuto ostico anche per gli addetti ai lavori, ma la letteratura in materia può venirci in aiuto....