Il Manifesto di Ventotene

Autori: Altiero Spinelli, Ernesto Rossi
Contributi di: Alberto Giordano, Mario Leone e Simone Tedeschi
Collana: Saggi
Anno: 2024
Pagine: 104

Nel 1941, l’ora più buia della II Guerra Mondiale, Spinelli e Rossi gettano una luce di speranza nel cuore d’Europa, scrivono un documento con l’obiettivo di creare un Movimento Federalista Europeo: il Manifesto di Ventotene.
A distanza di 80 anni dalla sua prima edizione, il Manifesto è diventato un vero e proprio classico del pensiero politico che affronta problemi di stringente attualità e stimola la riflessione filosofico-politica. Volendo contribuire a un dibattito attento su temi rilevanti per le nostre comunità abbiamo scelto di includere per la prima volta tra le nostre pubblicazioni un classico che, pur venendo dal passato, contribuisce in modo efficace a ragionare sul presente e a costruire il futuro.

Questa nuova edizione contiene l’intervento di Mario Leone, direttore dell’Istituto Altiero Spinelli, dove si ripercorre la genesi del Manifesto e si analizza il grande impatto che ha avuto sul pensiero politico del ‘900. L’intervento di Alberto Giordano, professore di Storia delle dottrine politiche all’Università di Genova, approfondisce l’attualità del Manifesto mettendo bene in luce come l’opera di Rossi e Spinelli si intrecci al dibattito pubblico attuale sul futuro delle istituzioni europee.

Acquista il volume su Amazon oppure preordinalo sul nostro sito e scarica qui la versione e-Pub gratuitamente.

COD: (ISBN) 978-88-31327-85-5

14,00

Disponibile su ordinazione

Scopri di più

Dalla quarta di copertina:

1941, nel momento più difficile della II Guerra Mondiale, Spinelli e Rossi gettano una luce di speranza nel cuore d’Europa immaginandola unita, pacifica e capace di giustizia sociale. A distanza di 80 anni dalla sua prima edizione, il Manifesto di Ventotene è diventato un classico del pensiero politico. Il tema centrale è la necessità di costruire una vera e propria federazione europea, come risposta alla crisi degli stati nazionali. Un tema quanto mai attuale oggi in un’Europa attraversata da nuovi conflitti e sfide epocali cui la politica fatica a rispondere.
Un classico da rileggere con attenzione capire pericoli e possibilità nel futuro dell’UE, che presentiamo qui con l’introduzione di Simone Tedeschi e i contributi di Alberto Giordano (docente di Storia del Pensiero politico) e Mario Leone (direttore dell’Istituto Spinelli).

Autore

Autore

Simone Tedeschi, Alberto Giordano, Mario Leone

Bio

Alberto Giordano è professore associato di Storia delle dottrine politiche presso l’Università di Genova, dove insegna anche Storia dell’opinione pubblica ed Etica della comunicazione.
È inoltre membro della Commissione per l’Edizione Nazionale degli scritti di Luigi Einaudi. Tra le sue ultime pubblicazioni, il volume La via lunga. Il liberalismo scomodo di Luigi Einaudi (Effigi, 2024).

Mario Leone, funzionario pubblico, è direttore dell’Istituto di studi federalisti “Altiero Spinelli” e membro del Comitato federale del Movimento Federalista Europeo. Ha pubblicato La mia solitaria fierezza. Altiero Spinelli. Le carte del confino politico di Ponza e Ventotene dell’Archivio di Stato di Latina (Atlantide, 2017). Ha curato Il Manifesto di Ventotene e il Seminario. 40 anni di formazione federalista (Atlantide, ediz. in
lingua italiana e inglese, 2021), Il Manifesto di Ventotene (Ultima Spiaggia, ed. in lingua italiana e ucraina, 2022), La formazione del sistema partitico europeo (Atlantide, ed. in lingua italiana e inglese, 2023).

Simone Tedeschi, dottore di ricerca in Scienza Politica, è cofondatore di Epoké, di cui è stato Presidente fino al 2022 e di cui occupa ora la posizione di Direttore editoriale. Docente di Filosofia e Storia alle scuole superiori, è attualmente Vicesindaco di Novi Ligure. Nel 2018 ha pubblicato Il Partito Democratico. Origine, organizzazione e identità (Epoké).