fbpx

15,00

8 disponibili

Il problema non è il ragno

Titolo: Il problema non è il ragno. La cura di sé tra narrazione e psicoterapia
Autore: Daria Ubaldeschi
Collana: Saggi
Anno: 2019
ISBN: 978-88-31327-01-5
Pagine: 148
Prezzo: 15,00 €
eBook: in uscita

Sette storie nelle quali l’autrice racconta se stessa e la sua professione per dimostrare come raccontare e raccontarsi possa aiutare se stessi e gli altri. Il problema non è il ragno, non è l’oggetto delle nostre paure, ma in che modo lo affrontiamo e lo accettiamo.

Dalla prefazione di Andrea Vignoli:

Di cosa parla questo libro che avete tra le mani? Di come si possano prendere le parole, i sentimenti, le conoscenze e ribaltarli, piegarli come un fabbro per dare vita a concetti acrobaticamente belli. Daria è un artigiano, capace di forgiare parole e sentimenti.  I casi straordinari della nostra quotidianità si trasformano, facendo sì che la paura di un ragno sul collo diventi la spiegazione dei nostri timori e dei nostri desideri. Anche la chemioterapia trova un lato positivo, allontana le zanzare perché non vogliono avvelenarsi con ciò che abbiamo in corpo.

Dalla quarta di copertina:

Daria Ubaldeschi, psicoterapeuta ed ex aracnofobica, ci presenta sette storie da smontare e rimontare per guardarsi dentro e comprendere meglio se stessi. Un esempio di come la narrazione possa aiutarci a vedere il mondo con occhi diversi

Daria Ubaldeschi nasce nel 1970, figlia di un concerto jazz. Vive da sempre a Novi Ligure, dove ha frequentato il Liceo Classico per poi iscriversi alla Facoltà di Psicologia a Torino, città nella quale si è laureata e successivamente specializzata in Psicoterapia. La sua storia professionale l’ha vista assistente all’Università, docente degli specializzandi, psicologa e formatrice nei servizi sanitari. Attualmente lavora part time presso il DH Oncologico dell’Ospedale di Ovada e dedica il resto del tempo alla sua grande passione, la scrittura, che affina negli anni frequentando i corsi alla Scuola Holden e sperimentandosi con la redazione de «Il Novese». Ex aracnofobica, ex fumatrice, ex motociclista, ex paziente oncologica, ex moglie, ha fatto dell’essere ex uno stile di vita.

cartella stampa edizioni epokè

 

Facebooktwitter