Perché Sanremo è Sanremo

Guida sentimentale al Festival e al suo pubblico

Autore: Adriano Pugno, Vittorio Polieri
Collana: Saggi
Anno:
2022
Pagine: 140
eBook: acquistalo sulla piattaforma Torrossa.

1986. Loredana Bertè si esibisce con un pancione finto.
1995. Pippo Baudo salva un uomo che minaccia di buttarsi dalla balconata.
2010. Il televoto premia Italia amore mio e l’orchestra getta gli spartiti.
2020. Le brutte intenzioni, la maleducazione.

Questi e altri mille sono i motivi per cui Sanremo è Sanremo, e saranno tutti analizzati, sviscerati, mistificati o presi davvero sul serio nel volumetto che avete tra le mani. Un viaggio nell’evento televisivo per eccellenza, che ha toccato vette altissime ed è crollato sotto i colpi dei reality, per poi rialzarsi più forte che mai grazie agli ultimi: i Millennials.
Dai Jalisse a Bugo & Morgan, da Pippo Baudo ad Amadeus, in questo libro Polieri e Pugno raccontano Sanremo non solo come fenomeno musicale e di costume, ma anche come rifugio di una generazione: sono i trentenni ad aver salvato il Festival o è il Festival ad aver salvato loro?

Durante le serate del Festival gioca con noi! Per rendere l’esperienza del libro ancora più interattiva abbiamo creato il Vessicchiòmetro, strumento insieme democratico e personalissimo, giusto e spietato, simpatico e autorevole, un po’ come il nostro venerabile Maestro. Clicca qui per far parte della nostra giuria demoscopica!

COD: (ISBN) 978-88-31327-21-3

15,00

Scopri di più

Guarda la presentazione in anteprima

Dalla quarta di copertina:

1995. Pippo Baudo salva un uomo a cavalcioni sulla balconata.
2010. L’orchestra insorge contro il brano di Pupo ed Emanuele Filiberto.
2020. Le brutte intenzioni, la maleducazione.

Questi e altri mille sono i motivi per cui “Sanremo è Sanremo”, e il libro che avete tra le mani
li prende tutti sul serio.
Un Festival che ha toccato vette altissime ed è crollato sotto i colpi dei reality, per poi rialzarsi più forte che mai grazie ai millennials. Polieri e Pugno raccontano Sanremo non solo
come fenomeno musicale e di costume, ma anche come rifugio di una generazione: sono i trentenni ad aver salvato il Festival o è il Festival ad aver salvato loro?

Autore

Autore

Adriano Pugno, Vittorio Polieri

Bio

Dopo aver frequentato la facoltà di Lettere, Vittorio Polieri si è diplomato alla Scuola Holden e oggi lavora nella redazione di Che tempo che fa (Rai3), il talk condotto da Fabio Fazio.
Ha lavorato per il Salone Internazionale del Libro di Torino e come content creator per la Scuola Holden. Si è occupato di comunicazione per soggetti privati e ha curato le relazioni esterne per il Google Developer Group – Torino. Scrive di letteratura, cinema e televisione per la rivista culturale «Tropismi».

Dopo la Laurea Magistrale in Lettere, Adriano Pugno si è diplomato alla Scuola Holden dove lavora occupandosi della didattica di Academy, il nuovo percorso universitario.
Ha cofondato la rivista culturale «Tropismi» e ha già scritto per Edizioni Epoké il saggio Hanno ucciso l’Uomo Gatto (2019). Ha scritto articoli su letteratura, musica e televisione per «Repubblica» e «Vice». I suoi racconti sono stati pubblicati da «Narrandom», «uonnabi», «Malgrado le mosche» e «La Stampa».