Sacco, Salvatore

Salvatore Sacco è nato nel 1951 a Porto Empedocle, una cittadina siciliana di cui è fiero, oggi chiamata anche Vigata, in onore del suo grande figlio, il maestro di regia e scrittore Andrea Camilleri. Ma, dal 1957, è anche orgogliosamente novese e porta sempre nel cuore la città dei Campionissimi, Coppi e Girardengo. Da sempre appassionato lettore, ha deciso di cimentarsi con la scrittura e pubblicare I ragazzi della Pieve «per fare un viaggio nel tempo. Ricordare, oltre che rivivere, gli anni della mia giovinezza con gli amici è stato come fare un bagno di salute. Mi ha fatto sentire più giovane, e sentirsi più giovani non guasta mai. Si dice che aiuti a vivere meglio, no?».